L’opera drammaturgica (1970-2015) Con un saggio di Giorgio Patrizi

L’opera drammaturgica (1970-2015)

Con un saggio di Giorgio Patrizi

Anteprima
L’attività di regista teatrale di Luciano Paesani, dagli esordi nel 1970 fino al 2013, conta cinquanta regie; le regie radiofoniche per la Rai (Rete Uno e Rete Due) dal 1980 al 1992 sono quaranta; le regie televisive (una soltanto per la Rai, Rete Tre) dal 1981 al 2013 sono ventidue. Parallelamente all’attività di regia, si è dedicato all’animazione teatrale dal 1970 al 1979. Si segnalano, in particolare, alcuni esperimenti: nelle campagne del Vomano; presso il carcere minorile «Filangieri» di Napoli; presso le acciaierie «Terni» e le acciaierie «Veco» di Martinsicuro (TE); presso la fabbrica «Vela» (ex «Monti») di Roseto degli Abruzzi (TE). Nella stagione teatrale 1977/’78 ha lavorato presso il Teatro Stabile dell’Aquila come assistente alla regia di Antonio Calenda. Negli anni 1984 e 1985 ha lavorato a Parigi nella lirica come primo assistente alla regia di Vittorio Rossi, con la responsabilità degli artisti negli allestimenti di ‘Aida’ e di ‘Turandot’ presso il Palais Omnisport di Bercy. Nel 1992, a Catania, nell’ambito del Festival Belliniano, ha curato la regia di ‘Larinda e Vanesio’ di J.A. Hasse al Palazzo Biscari.

Dettagli libro

Sull'autore

Luciano Paesani

Luciano Paesani è professore associato di Storia del Teatro e dello Spettacolo presso il Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture moderne dell’Università ‘G. d’Annunzio’ di Chieti-Pescara. Ultimo studio critico: Porta, Bertati, Da Ponte: Don Giovanni, Milano, LED, 2012, con introduzione di Tomislav Volek.

Ti potrebbe interessare